Informativa sui Cookies



Scuolabus Piccolo di cane lanciato fuori da uno scuolabus ed investito





Una vicenda che sa dell’incredibile è successa ieri, intorno alle 8. 30, su uno scuolabus che conduce i ragazzi di scuola media a Frutti d’oro, frazione di Capoterra, in provincia di Cagliari.

L’episodio è avvenuto ieri mattina in localita’ Rio San Girolamo. Il mezzo è affollato di ragazzini pronti per recarsi a seguire le lezioni ed altri passeggeri. Un cucciolo di cane si intrufola sul pulman ed il conducente, secondo alcune testimonianza, pare abbia afferrato il cagnolino, lo abbia scaraventato sulla strada e di seguito lo abbia calpestato con le ruote del suo mezzo.

L’autista e’ stato denunciato ai carabinieri della compagnia di Cagliari, che indagano per accertare l’esatta dinamica dei fatti e se effettivamente l’autista abbia agito volontariamente o si sia trattato di un incidente.

1 Comment on "Scuolabus Piccolo di cane lanciato fuori da uno scuolabus ed investito"

  1. Indagare solo per verificare se sia stato volontario investire il cane? In questo caso si verificherebbe uccisione di animale, pena massima diciotto mesi di detenzione; la stessa pena massima che per maltrattamento di animali. Al di là di questo, ci sono altre considerazioni da fare: a mio parere non poteva, neanche gentilmente, mettere il cane in strada. Facendo ciò si rischia di provocare incidenti anche gravi, a parte rischiare l’incolumità del cane,come, poi, effettivamente è successo, volontariamente o meno; e quindi il gesto di abbandonarlo in strada è stato quello da cui è scaturita la responsabilità della morte del cucciolo.
    Ripeto: credo che le leggi non consentano di abbandonare animali in strada perché, quantomeno, possono provocare incidenti anche gravi.
    Ritengo che il conducente avrebbe dovuto consegnare il cucciolo alle autorità competenti perché lo stesso fosse stato consegnato a un canile dopo aver esperito le ricerche di un eventuale proprietario che lo avesse smarrito: come in effetti era accaduto.
    Tutto più lineare, semplice e, soprattutto, civile.
    Inoltre mi sorge una domanda: un autista che non si accorga di stare investendo un cucciolo,o persona che sia, è affidabile per trasportare bambini o sarebbe bene rivedere la sua capacità di guida?
    E, se nonostante la maldestra manovra se ne fosse accorto, allora è responsabile di non aver soccorso l’animale in strada, cosa che, mi risulta, ora essere obbligatoria per legge.
    E responsabile anche del cattivo esempio dato ai bambini nell’autobus, oltreché del probabile chock che possano avere avuto dall’evento.
    Insomma: come la si guardi, la questione grida vendetta o quantomeno giustizia.

Leave a comment

Your email address will not be published.

*