Informativa sui Cookies



Autunno in Barbagia Sarule 26-27 e 28 Ottobre





L’ultimo fine settimana di Ottobre, la manifestazione Autunno in Barbagia arriva ad Aritzo e Sarule.


Esaminiamo il programma di Sarule, dove “il sapore genuino dell’ospitalità” inizia venerdì 26 e termina domenica 28 Ottobre.

Sabato 27, alle 9.00 si aprono le cortes e dalle 9.00 alle 13.00 si tiene il seminario dedicato ai ragazzi “ I prodotti della terra sarda e la sana alimentazione”; dalla mattina sino alle ore 18.00 è possibile visitare i luoghi più interessanti di Sarule come i nuraghi e l’altare di Logula.

Al pomeriggio si esibiscono i gruppi folkloristici e i poeti locali; inoltre alle 15.00si può assistere alla panificazione presso la casa museo Giudice Ladu . La sera si esibisce la “compagnia teatrale Barberi” di Ovodda con un testo in sardo.

Domenica 28, alle 9.00 si aprono le cortes e alle 10.00 si inaugura la tavola rotonda “l’identità dei prodotti sardi come volano per l’artigianato, l’agricoltura e il turismo”. Alle 11.00 inizia il torneo di morra sarulese al quale partecipano i giocatori del paese; alle 12.00 si tiene la premiazione del concorso regionale di tessitura. Al pomeriggio, ore 15.00,  è possibile osservare la panificazione presso la casa museo Giudice Ladu; inoltre è previsto l’intrattenimento proposto dal “comitato leva 1985-1995”.

Durante la manifestazione è possibile visitare l’esposizione permanente del tappeto di Sarule, allestita presso il museo del tappeto che si trova nei locali dell’ ex I.S.O.L.A.

Sarule, paese della provincia di Nuoro, fa parte della Barbagia di Ollolai e sorge ai piedi del Monte Gonare. Il centro che vanta antichissime origini, come hanno dimostrato i numerosi ritrovamenti archeologici. Il territorio di Sarule è ampio e presenta un’interessante varietà di ambienti, come la valle di Ghirthoe e il Monte Gonare, che arriva a superare i mille metri d’altitudine. Questo centro è  noto per la produzione tessile artigianale, in particolare per la produzione di tappeti chiamati sas burras.

La tomba dei giganti e l’altare di Logula è un sito davvero interessante; si tratta di una tomba dei giganti caratterizzata da una stele centinata che ha subito dei lavoro di restauro.

Le vicende di Sarule sono strettamente intrecciate a quelle del santuario del Monte Gonare. Secondo la leggenda durante la traversata in mare che riportava il Giudice di Torres Gonario dalla terra Santa, nella quale aveva partecipato alla santa crociata, si scatenò una terribile bufera. Il Giudice Gonario, chiese l’aiuto della Madonna; se si fosse salvato fece voto di costruire un santuario a lei dedicato sul primo lembo di terra che avrebbe scorto. La Madonna ascoltò la supplica di Gonario, il mare tornò calmo e il Giudice di Torres posò  lo sguardo sullo sperone di quello che sarebbe diventato il Mone Gonare. Il Giudice fece cos’ edificare la Chiesa dedicata alla Vergine, che ancora oggi è meta di  pellegrini che arrivano dalla Barbagia e non solo.

Sui resti del santuario voluto dal Giudice di Torres, fu poi edificata la Chiesa dove è custodita la Vergine di Gonare.

Da questo alto spuntone di roccia si può osservare il paese di Sarule, quello di Orani e tutto il territorio fino al mare.

La festa della Madonna di Gonare si tiene l’otto settembre.

Be the first to comment on "Autunno in Barbagia Sarule 26-27 e 28 Ottobre"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*