Informativa sui Cookies



U cascà tabarkin Il cascà di Carloforte





Il cascà, è una ricetta tipica di Carloforte, in Sardegna. In questo piatto, sono evidenti le influenze di altre culture, come quella araba.

Il cascà si prepara con la semola condita da verdure stagionali; d’estate melanzane, fave e piselli mentre, d’inverno si utilizzano ceci cavolo cappuccio e carote. Come accade per tutte le ricette tradizionali ed antiche, le varianti sono infinite così come gli ingredienti impiegati; per esempio molti condiscono la semola con un mix di spezie, conosciuto come “la saporita”.


Ingredienti:
300 grammi di semola
1 cipolla
2 carote
200 grammi di cavolo cappuccio
2 spicchi di aglio
300 grammi di ceci
Spezie varie: cannella, noce moscata, chiodi di garofano
La sera prima mettiamo i ceci a bagno; sistemiamo la semola in una grande ciotola e inumidiamola con poca acqua, aggiungiamo anche poco olio mescolando con le mani. I granelli devono assorbire il condimento senza però perdere la consistenza; saliamo e continuiamo a girare sempre nello stesso verso. Travasiamo la semola nella cuccussiera e sistemiamola con sotto una pentola piena di acqua; cuociamo per circa due ore. A parte prepariamo le verdure. Rosoliamo gli spicchi di aglio tritati, sgoccioliamo i ceci ed uniamoli, ricoprendoli di acqua. Facciamo cuocere per circa due ore; in una padella soffriggiamo il cavolo cappuccio tagliato a fette sottili, le cipolle e le carote; uniamo poca acqua calda e facciamo cuocere. Appena la semola è cotta, uniamo le verdure calde e le spezie,mescoliamo e facciamo riposare, rimestando ogni tanto


Be the first to comment on "U cascà tabarkin Il cascà di Carloforte"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*