Informativa sui Cookies



Tunisino si dà fuoco al Tribunale dei Minori di Cagliari





disperazioneUn tunisino di 44 anni si è dato fuoco nell’aula udienze del Tribunale Minori di Cagliari. All’origine del gesto la separazione dai 3 figli

Un tunisino di 44 anni, Casraoui Bechir Ben Mansour, residente a Villasor, in provincia di Cagliari, questa mattina si è cosparso di liquido infiammabile e si è dato fuoco in un’aula del Tribunale dei Minori di Cagliari. L’uomo ha perso la patria potestà dei tre figli di 12, 10 e 9 anni, avuti con una donna sarda,  per i quali sono state avviate le pratiche per l’adozione.

 L’uomo verso le 9 è entrato in tribunale, in un’aula dove si stava svolgendo un altro processo  ed ha lanciato sul tavolo del pm una busta con le foto dei figli e poi si è versato la benzina addosso. Un carabiniere ha spento il rogo con un estintore. E’ ora ricoverato in ospedale san Giovanni di Dio con ustioni a volto e mani.


Be the first to comment on "Tunisino si dà fuoco al Tribunale dei Minori di Cagliari"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*