Informativa sui Cookies



Lavoro e carriera: perché frequentare un Master in risorse umane





direzione-personale

Al termine dell’università, sono molti i neolaureati che si trovano davanti ad una scelta cruciale: continuare a studiare o provare a trovare lavoro?

 

Il momento di crisi che caratterizza il panorama lavorativo italiano non lascia molta scelta. Alcuni studenti hanno la fortuna di andare a lavorare presso le aziende in cui hanno svolto il tirocinio, mentre altri non sanno verso cosa orientarsi. Nell’ultimo caso, la cosa migliore è quella di proseguire gli studi, portando le proprie conoscenze ad un livello più avanzato e meglio spendibile all’interno di un’azienda. Si tratta di rendere il proprio curriculum molto più appetibile agli occhi di potenziali datori di lavoro.

 

La formazione professionale non è una questione legata solo alla possibilità di trovare un impiego, ma ha un’importanza anche in termini di cultura d’impresa, un concetto sempre più trascurato dagli imprenditori italiani, che riguarda l’attenzione e la cura della formazione del personale interno, allo scopo di creare una leadership stabile e duratura, con figure professionali che occupano ruoli di responsabilità e che siano in grado di provvedere in modo pratico alle esigenze aziendali e alla risoluzione delle problematiche, guidando l’azienda verso il superamento di qualsiasi difficoltà.

Queste capacità pratiche si possono acquisire solamente attraverso una formazione specifica, che deriva dai corsi di master post universitari.

 

Per diventare una figura in grado di valorizzare la scelta del personale interno individuando i talenti che potrebbero cambiare le sorti dell’impresa, è consigliabile frequentare un valido master in risorse umane (clicca per approfondire), che ha l’obiettivo di fornire le conoscenze con cui potersi occupare di organizzazione, selezione, formazione e sviluppo del personale.

 

Una volta terminato il corso si avranno gli strumenti pratici per provvedere ai processi di selezione del personale e allo sviluppo del potenziale umano, padroneggiando le metodologie dell’organizzazione generale dell’impresa e diventando così un punto di riferimento aziendale importantissimo. Vediamo a chi è rivolto il master in risorse umane e quale tipologia didattica viene adottata durante il corso.

  1. A chi è rivolto il Master in risorse umane?

 

Il master in risorse umane è consigliabile a chiunque abbia l’attitudine o la passione verso le discipline umanistiche ed economiche, a prescindere dal percorso di studio svolto.

Esistono ovviamente profili più adatti, per esempio tutti coloro che hanno conseguito il diploma di laurea in psicologia, sociologia, ma anche coloro che non sono in possesso di una laurea e si occupano di consulenze nell’ambito imprenditoriale.

 

Il master verterà sulle tematiche inerenti alla selezione del personale, alla sua valutazione, con l’obiettivo di individuare i potenziali talenti. Durante il master si avrà la possibilità di conseguire la formazione direttamente dalla preziosa esperienza dei docenti, attraverso delle lezioni in aula e grazie alle numerose esercitazioni pratiche, attraverso le quali sarà possibile acquisire le competenze operative da spendere immediatamente all’interno delle aziende.

 

Al termine del master in risorse umane, i corsisti riceveranno l’attestato di partecipazione che li certificherà come esperti nei processi di gestione del personale, con piene funzioni HR aziendali da svolgere autonomamente, sia presso l’azienda sia nell’ambito delle consulenze.

Be the first to comment on "Lavoro e carriera: perché frequentare un Master in risorse umane"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*