Informativa sui Cookies



“A SA SARDA” –  concerto a Tenore de Su Consunu Nostra Segnora de Seunis





DSC_1206Venerdì 7 dicembre 2018 dalle ore 18:00.  Il Ticcu socialclub di Vicolo del Campanile (Sassari), inaugura una nuova rubrica, già sperimentata con successo qualche anno fa e dedicata alla Tradizione ed alla Cultura sarda. Ogni puntata presenterà una “nuova arte” ed un “nuovo mestiere”. Ogni puntata una “nuova bidda”: A SA SARDA!

Questa sarà la volta di Thiesi, importante paese ricco di peculiarità. Gli ingredienti saranno la musica, l’artigianato e la cucina.

\\\\\ Programma:
____________Artigianato, laboratori ed esposizioni
Ore 18:00_All’interno del Vs affezionatissimo Ticcu – Socialclub saranno allestite due diverse esposizioni, quella di Ma_Ma (Maria Masia), ai piani superiori, e quella di Andrea Masia nella prima Cantina, dove sarà allestito un vero e proprio laboratorio di pelletteria artigianale.
Entrambe le esposizioni sono davvero molto interessanti e capaci di esprimere grande qualità!
___________Su Cunsonu Nostra Segnora de Seunis
Ore 21:00_Nella seconda cantina, potrete assistere e lasciarvi letteralmente avvolgere dal concerto a Tenore de Su Consunu Nostra Segnora de Seunis.

Accesso con sottoscrizione e PRENOTAZIONE!!
***Su Cunsonu Nostra Segnora de Seunis, nasce diversi anni fà, dall’idea di alcuni giovani appassionati di canto a tenore, con l’intento di mantenere intatta la secolare tradizione del canto a cunsonu di Thiesi. Il gruppo è intitolato alla Madonna di Seunis, in sardo “Nostra Segnora de Seunis”, veneratissima in paese, per questo motivo è stato aggiunto al repertorio anche un canto in suo onore“Sos Gosos de Nostra Segnora”. I componenti di questo gruppo sono:
Giuseppe Villa (Oghe), Salvatore Tanca (Oghe), Matteo Vargiu (Mesa oghe), Carlo Pala (Basciu), Giuseppe Spissu (Contra). Le due voci soliste (Villa e Tanca) si alterneranno durante la serata.
____________Cucina

Stiamo lavorando su un menu tipico thiesino di cui prestissimo vi forniremo informazioni!!!

* * *

Per i più curiosi: Approfondimenti sul canto a Tenore a Thiesi
Il canto a Tenore, è una forma di canto corale unicamente presente in alcune zone della Sardegna, non trova infatti riscontro presso alcuna altra cultura musicale. Per via della sua particolarità ed unicità, questo arcaico modello di canto è stato inserito dall’UNESCO tra i Patrimoni orali e immateriali dell’umanità ed è perciò considerato “Patrimonio intangibile dell’Umanità”
Non esistono elementi che possano stabilire con certezza il periodo in cui il canto a tenore ha avuto origine. Alcuni ne collocano la nascita già nel periodo nuragico, senza però fornire dati sufficienti a sostegno di questa tesi. E’invece storicamente documentato che i sardi, nel 931 D.C., accolsero con canti popolari l’imperatore bizantino. Si può dunque ragionevolmente pensare che all’epoca esistesse una qualche forma di canto corale che, evolutosi e tramandatosi è arrivato sino ai giorni nostri nella forma attuale.
In ogni area di diffusione, il canto a tenore assume denominazioni differenti: nella variante di Thiesi viene da secoli chiamato canto a “cunsonu”.
Il gruppo che canta a tenore è formato da un quartetto, all’interno del quale si distinguono diversi ruoli:

• Sa oghe, vale a dire la voce solista, a cui è affidata l’intonazione del canto e la gestione della ritmica. Solitamente vengono utilizzati come testi dei componimenti poetici di autori locali.
• Sa contra, suono gutturale che si fonde in armonia con la parte più grave dell’accompagnamento e corrisponde alla parte centrale di un accordo.

• Su basciu, anch’esso suono gutturale, che corrisponde ad una nota più bassa che si muove poco rispetto a contra e mesa oghe.

• Sa mesa oghe: è la voce più acuta che oltrepassa in estensione tutte le altre.
Come detto, non si conosce l’origine di questo antichissimo canto, secondo alcuni studiosi etnomusicologi il canto a tenore nasce dal tentativo dell’uomo di imitare il verso degli animali durante l’accompagnamento alla voce solista. Su basciu nascerebbe dunque dal tentativo di imitare il verso dei bovini, sa contra da quello di imitare il belato della pecora, mentre sa mesa oghe sarebbe una riproduzione del suono del vento.
In ogni paese in cui si è mantenuta la cultura del canto a tenore, questo assume caratteristiche e sfumature diverse. Ci sono infatti modalità di canto come “sa oghe ‘e note”, “sos Muttos”e “su Ballu”, diffuse in tutti i paesi ma che in ognuno di essi presentano una qualche sfumatura che li contraddistingue e differenzia da quelle degli altri. Ci sono poi invece alcune modalità di canto presenti unicamente in un determinato paese e che non hanno eguali altrove. È questo il caso de “sa maestralina” a Thiesi, modalità di canto che in antichità veniva eseguita per fare le serenate alle ragazze e che oggi pur avendo perso la sua originaria utilità viene cantato e tramandato, rappresentando appunto, il modo di cantare thiesino per eccellenza.
Attualmente a Thiesi sono presenti tre consolidate formazioni di canto a tenore: “ Su cunsonu thiesinu”, “Su cunsonu Santu Juanne” e su“Su cunsonu Nostra Segnora de Seunis”.
Il repertorio dei gruppi thiesini è costituito da: Sa Oghe ‘e Note, sa Maestralina, Sos muttos, Su Ballu, Su Dillu, Sa Maestralina, Sos Tres Res e Gesus in allegria.

Be the first to comment on "“A SA SARDA” –  concerto a Tenore de Su Consunu Nostra Segnora de Seunis"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*