Informativa sui Cookies



Turismo venatorio: le più belle riserve di caccia in Sardegna





Immagine riserve di caccia in sardegna

Volete organizzare una vacanza diversa dal solito che vi consenta anche di trascorrere delle giornate immersi nella natura selvaggia praticando un po’ di caccia? Non possiamo che consigliarvi allora di prendere in considerazione la Sardegna, dove sono presenti alcune tra le più belle riserve di caccia di tutta Italia. Cosa mettere nella vostra valigia? Il migliore abbigliamento da caccia purché leggero, dato che in Sardegna le temperature estive possono risultare molto elevate, e i migliori fucili ovviamente. Tra i fucili più interessanti, di grande design, tecnologici ed eleganti, dobbiamo sicuramente ricordare i sovrapposti da caccia Beretta, capaci di garantire le migliori performance in assoluto.

Detto questo, andiamo insieme a scoprire quali sono le zone più belle per il turismo venatorio in Sardegna. Ci teniamo a consigliare prima di tutto la Gallura, dove è possibile praticare varie tipologie di caccia. Oltre alla caccia alla pernice sarda, alla quaglia e al germano reale, è infatti possibile praticare anche la caccia alla lepre e al cinghiale. Il bello di questa zona è che qui la natura è del tutto incontaminata, così che le battute di caccia risultino sempre piacevoli e rilassanti, così che sia possibile scoprire la bellezza di stare a contatto con il verde per tutta la giornata. Vi ritroverete a vivere dall’interno la macchina mediterranea con i suoi intensi profumi, ma sarà meraviglioso anche passeggiare tra i boschi, costellati dalle tipiche sugherete e dai lecci secolari di immense dimensioni. Tra le aziende agrituristiche della zona che consentono di vivere una vacanza venatoria incredibile, dobbiamo ricordare il Muto di Gallura, sede di una bellissima riserva di caccia.

Oltre alla zona di Gallura, consigliamo come meta per il vostro turismo venatorio in Sardegna l’Ogliastra. Anche questa è una delle zone della Sardegna dove la natura vive ancora oggi del tutto incontaminata, una natura selvaggia, sincera, autentica dove è davvero bellissimo perdersi, per scoprire l’isola da una nuova prospettiva. Nell’Ogliastra, la zona più interessante è sicuramente quella vicino a Ulassai, paese che si trova immerso in una natura dove la fanno da padroni il mirto e altre tipiche piante della macchia mediterranea sarda e dove sono presenti spuntoni rocciosi, i cosiddetti tacchi, che rendono il panorama molto suggestivo, da lasciare del tutto a bocca aperta per lo stupore. Anche qui sono presenti innumerevoli aziende agricole con riserva di caccia, come l’azienda Taccurrulu, che si trova a metà strada tra la montagna e il mare, in una zona collinare semplicemente incredibile.

Queste sono le due zone della Sardegna a nostro avviso in assoluto più interessanti per il turismo venatorio, ma in realtà ci teniamo a sottolineare che è possibile andare a caccia un po’ in tutta la Sardegna, qualunque sia la meta prescelta per la vostra vacanza. Vi ricordiamo inoltre che potete decidere di fare affidamento del tutto su un’azienda agricolo venatoria, scegliendo quindi non solo di sfruttare la sua riserva per andare a caccia, ma soggiornando proprio in azienda, mangiando direttamente in loco e prendendo parte anche alle eventuali esclusioni che vengono sempre organizzate, ideali inoltre per tutta la famiglia. In alternativa potete decidere di soggiornare da qualche altra parte, andando in azienda solo per la caccia vera e propria, sfruttando quindi solo la riserva. A voi la scelta, ma vi ricordiamo che con i pacchetti che le aziende venatoria offrono è sempre possibile risparmiare e vivere esperienze autentiche.

 

Be the first to comment on "Turismo venatorio: le più belle riserve di caccia in Sardegna"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*