Informativa sui Cookies



Casinò virtuale: cosa fare quando non paga? La guida essenziale





 

Come comportarsi quando un casinò online ritarda nei pagamenti o, addirittura, impedisce la riscossione dei premi?
Prima di disperare o di arrenderti al sospetto di essere stato truffato, puoi effettuare molto rapidamente una serie di controlli relativi ai problemi più comuni riscontrati dai giocatori al momento del ritiro delle vincite.

Il ritardo nell’accredito dei tuoi premi potrebbe semplicemente dipendere dalle normali tempistiche necessarie per il completamento delle procedure. Si tratta di un problema banale, ma nel quale molti utenti alle prime armi con il gioco online tendono ad incappare.

La maggior parte dei casinò virtuali offre ai giocatori un ampio ventaglio di possibilità tra cui scegliere per quanto riguarda le modalità di pagamento e quelle di riscossione dei premi. Ciascuna di esse, tuttavia, presenta limiti minimi e massimo sia per l’importo delle ricariche che per quello dei prelievi, oltre a tempistiche per l’accredito molto variabili. Il consiglio è quello di consultare sempre attentamente le informazioni riportate all’interno delle sezioni “termini e condizioni d’uso”. L’altro particolare da tenere a mente è che molti gestori consentono il ritiro dei premi solo attraverso lo stesso metodo utilizzato per i pagamenti, nell’ottica di prevenire episodi di riciclaggio.

Come regola generale, è possibile affermare che gli strumenti di riscossione più celeri sono rappresentati da servizi come PayPal e Skrill, nati appositamente per consentire trasferimenti di denaro veloci e sicuri via web. Viceversa, è logico attendersi tempistiche ben più lunghe nel caso di bonifici bancari o postali, che possono richiedere due o più giorni lavorativi per completare l’accredito.

Come ulteriore consiglio, ricorda sempre di chiedere spiegazioni al servizio assistenza del casinò sul quale sei iscritto in caso di ritardi: il gestore, infatti, potrebbe aver congelato volontariamente il pagamento per effettuare verifiche sulle tue giocate e i tuoi movimenti.

Se sei iscritto da poco, le difficoltà che riscontri nel completare le tue riscossioni potrebbero dipendere dal fatto che non hai ancora attivato il tuo conto gioco.

L’iscrizione ad un casinò online comprende sempre l’apertura di un conto gioco intestato all’utente, un importante strumento di monitoraggio che consente di tenere traccia di tutti i movimenti di denaro effettuati dai giocatori e, di conseguenza, di evidenziare eventuali illeciti.

Per poter essere attivato, tuttavia, il conto gioco richiede una convalida, di solito semplicemente tramite l’invio di una copia di un documento di identità. Lo scopo è semplice: dimostrare la propria maggiore età e la veridicità degli altri dati anagrafici indicati.

Alcuni casinò online permettono di iniziare a giocare ancor prima di aver verificato il conto (operazione comunque obbligatoria entro 30 giorni dalla registrazione). Tuttavia, la possibilità di riscuotere gli eventuali premi viene inibita.

Accedi al tuo account e verifica di aver completato la procedura di attivazione del conto: se così non fosse, segui subito la procedura indicata dal casinò virtuale al quale sei iscritto.

Altra utile verifica riguarda il tuo saldo: se non riesci a prelevare l’intero importo presente sul tuo conto online, il problema potrebbe dipendere dal fatto che parte dell’attivo sia in realtà rappresentato da somme accumulate grazie a bonus e promozioni speciali.

Molti casinò online infatti premiano i nuovi iscritti e gli utenti più affezionati accreditando piccole somme di denaro sul conto gioco. Tuttavia, come in genere specificato nella descrizione del bonus, tale credito può essere utilizzato solo per giocare all’interno del casinò.

Il ragionamento si applica anche alle somme da te ricaricate sul conto gioco. Di norma non è possibile ritirare quanto versato sul proprio conto, a meno che tu non scelga di chiuderlo cancellando l’utenza.

Quest’ultimo passaggio può essere ostico da comprendere. Per spiegare meglio cosa intendiamo, dunque, riportiamo un breve esempio.

Scegliamo un casinò online autorizzato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) e completiamo l’attivazione del conto gioco inviando copia di un nostro documento ed effettuando un primo versamento di 50 euro utilizzando la Postepay a noi intestata.

Al saldo iniziale di 50 euro, si aggiunge un bonus di benvenuto di 10 euro ed un’altra promozione di pari importo. Così, in tutto sul nostro conto gioco sono presenti 70 euro.

Cominciamo a giocare con una semplice slot machine online (ad esempio questa https://www.snai.it/casino/superman-roulette). Tra rullate più e meno fortunate perdiamo in totale circa 20 euro, ma riusciamo a guadagnarne 45, per un netto di 25 euro.

A questo punto, sul nostro conto gioco ci sono 75 euro. Tuttavia, di questo importo la quota disponibile per il prelievo è rappresentata solo dai 25 euro guadagnati giocando. Chiaramente, qualunque tentativo di prelevare somme maggiori sarebbe destinato a fallire.

Esiste infine un ultimo scenario da considerare: se il portale sul quale hai giocato non rientra tra quelli autorizzati dall’ADM, purtroppo potresti esserti imbattuto in un casinò online illegale. Queste piattaforme, benché sempre più rare grazie al lavoro delle Forze dell’Ordine, riescono ad attrarre giocatori grazie a promozioni e bonus irresistibili, salvo poi tradirne le attese rendendo difficili o del tutto impossibili le riscossioni.

Ricorda sempre di controllare che il sito al quale sei iscritto sia certificato ADM ed in possesso di un regolare numero di concessione prima di iniziare a giocare: viceversa, il rischio di imbattersi in un casinò online che non paga risulterà molto alto.

Be the first to comment on "Casinò virtuale: cosa fare quando non paga? La guida essenziale"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*