Informativa sui Cookies



Nei guai per 1000 euro. Gli interrogatori dei Carabinieri arrestati





Continuano gli interrogatori ai Carabinieri arrestati della Caserma di Mogoro. Il maresciallo Mario Arnò è stato “sotto torchio” per 4 ore e così Giuseppe Canu. Lo si apprende dalla Nuova Sardegna. Alla fine hanno confessato: “abbiamo passato notizie alle agenzie di investigazione.” Ora si trovano ristretti in carcere ad Iglesias sia il  S comandant della Compagnia di Mogoro René Biancheri, che l’investigatore privato Gian Marco Fadda.


Le ammissioni degli interrogatori confermano gli elementi probatori già raccolti dagli inquirenti: “Truffa, falso, peculato, corruzione” per tutti gli indagati. mentre sono indagati pure brigadiere Francesco Cancedda e l’appuntato Massimiliano Mazzotta insieme agli investigatori privati Carlo Lombardo e Giuseppe Paolo Porcu (di San Gavino il primo e di Oristano il secondo), e un giovane di Baressa, Cristian Vacca.

Gli indagati avrebbero percepito 1000 euro per dare agli investigatori privati dei tabulati telefonici.


Be the first to comment on "Nei guai per 1000 euro. Gli interrogatori dei Carabinieri arrestati"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*