Informativa sui Cookies



Natale di Sardegna: presepi artistici





Anche in Sardegna, come in tutta Italia, la preparazione del presepe presenta aspetti artistici rilevanti sia sotto il profilo delle tecniche costruttive che per la scelta dei materiali. In Sardegna si elaborano presepi in miniatura, in legno dipinto a mano, in sughero o in porcellana. E così molti centri dell’Isola sono protagonisti di presepi caratteristici, siano essi viventi o con materiali del luogo.

Gergei, un piccolo centro tra le montagne del territorio di Cagliari, celebra il Natale con“Sa Nascimenta”, presepe vivente itinerante. Le strade e le case del centro storico si animano con la ricostruzione della natività: giochi di luce di torce e fiaccole, profumo degli incensi tra i quali si muovono di figuranti, con i costumi tipici dell’antica Palestina.

Il presepe itinerante mette in scena il viaggio di Giuseppe e Maria ce si spostano nel villaggio tra i suoi abitanti, la rappresentazione degli antichi mestieri e delle scene di vita quotidiana. Tutti i dialoghi che avvengono durante tutto il percorso si svolgono rigorosamente in lingua sarda, così come i canti. Il presepe itinerante si conclude nella piazza della parrocchia di San Vito, dove viene allestita la capanna che accoglie Gesù bambino, interpretato com’è consuetudine, dall’ultimo nato del paese.

Dopo la ninna nanna cantata da Maria, si assiste in chiesa alla solenne messa di mezzanotte. Infine, tutta la comunità si riunisce intorno ad un grande falò per scambiarsi gli auguri di buon Natale.

Orgosolo, in provincia di Nuoro, è un paese situato in un territorio boscoso tra i più suggestivi della Sardegna.Qui, il 31 dicembre, ricorre la tradizionale festa “Sa Candelaria”.E’ la festa dei bambini del paese che di buon mattino attraversano le vie con un sacco di tela e si recano di casa in casa chiedendo il pane preparato per l’occasione, frutta e dolci. Durante l’intera giornata è un’unica parola “A nolla dazes sa candelaria?” ( “ci date la candelarìa?”).

Ad Olmedo, nella Sardegna nord-occidentale, in provincia di Sassari viene realizzato un originale presepe fatto con il pane, una realizzazione colma di particolari che riportano vesti e  volti dei personaggi.

Il natale di Algero è un’importante testimonianza della potenza e della bellezza delle tradizioni sarde. Il canto della Sibilla un’antica tradizione medioevale, dichiarato Patrimonio Culturale e Immateriale dell’Umanità dall’Unesco, narra attraverso l’uso di immaginidi un antico canto in lingua catalana che, ispirandosi al “Dies irae”, anticipa il gran tribunale di Cristo a Giosafat, nome della valle nel quale secondo la Bibbia avverrà il Giudizio finale.

Be the first to comment on "Natale di Sardegna: presepi artistici"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*