Informativa sui Cookies



Dalla Sardegna alla Romania: le opere scultoree di Tore Angioni





Dalla Sardegna alla Romania: le opere scultoree di Tore Angioni Dalla Sardegna a Braila, cittadina della Romania si può. Accade ad un  artista sardo,  Tore Angioni, di Settimo San Pietro,  che è stato chiamato a realizzare una scultura in ricordo delle vittime del fiume.  In quel tratto di Danubio spesso sono caduti bambini ed infatti la scultura rappresenterà un uomo che tiene in braccio un bambino, la statua sarà alta 3 metri. MA non è questo il primo viaggio rumeno di Tore Angioni infatti si legge sull’Unione Sarda che lo scultore sardo in collaborazione con la casa di cultura “Ion Teodorescu-Sion” della città di Ianca, ha realizzato la mostra di pittura e scultura “Xilofonando con l’arte e, ad  AOpricinesti, lo scultore di Settimo San Pietro, ha  realizzato il monumento ai Caduti in guerra,  mentre a   Ianca,  di Angioni è il monumento della vita e la scultura in cemento armato “sa mamma e su pipiu” e, nel centro di  Galati infine ha realizzato su “Babbu”.

Be the first to comment on "Dalla Sardegna alla Romania: le opere scultoree di Tore Angioni"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*