Informativa sui Cookies



La Gallura e il post Referendum Interviene Sanciu (Pdl)





 “Non ho mai detto che il presidente della Regione sarda Ugo Cappellacci non sara’ rieletto”. Lo precisa all’Adnkronos il presidente della Provincia di Olbia-Tempio Fedele Sanciu (Pdl), in merito ad alcune voci che di alcuni giorni gli attribuiscono la paternita’ di una lotta contro il presidente della Regione sarda, proprio in merito ai referendum sull’abrogazione delle province sarde.


“Io uso i toni istituzionali di un rappresentante politico di un territorio – spiega – che non ha fatto raggiungere il quorum al referendum perche’ prima di altri territori abbiamo percepito la gravita’ delle conseguenze. E non penso neppure a ipotizzare chi non sara’ eletto alle prossime regionali”.

“Il mio – prosegue Sanciu – e’ solo un ragionamento politico che riguarda tutti i presidenti della Regione sarda che sono stati eletti, e non riconfermati, con questo sistema elettorale. Credo che la sorte per l’attuale e i futuri presidenti non sara’ diversa”.

“E comunque il danno ora e’ fatto perche’ hanno messo i sardi dei centri urbani contro i sardi della cosi’ detta periferia. Questa – afferma Sanciu riferendosi al Movimento referendario – e’ una grande responsabilita’ di carattere sociale, non solo politico, perche’ si percepisce sempre di piu’ una ventata di ‘padronalismo’ della Sardegna. Intendono far sottostare alle loro volonta’ i territori per loro ‘marginali’, da colonizzare. E questa e’ una cosa che in Gallura non passera’ sicuramente. Dal periodo del Giudicato di Gallura ad oggi, la Gallura ha sempre avuto una sua identita’ culturale e omogeneita’, con un polo economico ben definito”.

“E oggi – prosegue il presidente della provincia di Olbia Tempio -, con un porto che e’ il primo scalo passeggeri d’Italia, con un aeroporto tra i primi 10 d’Italia, e primo per voli privati, credo che insieme alla popolazione, al trend di crescita e a quella popolazione fluttuante che ha bisogno di avere vicine le istituzioni, credo non si possano mettere in discussione queste realta”‘. “Condivido l’analisi di Castiglione – prosegue Sanciu – quando afferma che quando sono nate le quattro province sarde, non doveva essere quello il percorso istitutivo, perche’ non tutti i territori avevano gli stessi requisiti”.

“La provincia madre di Sassari – continua Sanciu – era quella con il piu’ vasto territorio provinciale d’Italia, che ci ‘accompagno” in quel percorso di autodeterminazione e di indipendenza, anche con deliberati del vecchio Consiglio provinciale di Sassari, che riconobbe alla Gallura la necessita’ di istituire un ente territoriale autonomo”. Al Comune di Olbia oggi si parla del futuro del territorio, con un consiglio comunale aperto: “Ho apprezzato molto l’iniziativa del sindaco di Olbia Gianni Giovannelli, per questa iniziativa che coinvolge tutti: sindacati, politici, cittadini, forze imprenditoriali, comuni. Giovannelli, insieme ad Andrea Biancereddu, fu uno dei padri della provincia di Olbia-Tempio. Si fara’ il punto della situazione e si vedra’ il da farsi. Certo la Gallura nn stara’ a guardare”.(Adnk)


Be the first to comment on "La Gallura e il post Referendum Interviene Sanciu (Pdl)"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*