Informativa sui Cookies



Per Rossella Urru la solidarietà dei sardi





E’ quasi inverno, nello scorcio dell’autunno 2011, fioriscono come pallidi crocus, migliaia di iniziative di solidarietà con la giovane Rossella Urru, da oltre un mese nelle mani di ignoti.

Gli appelli invadono la rete, le piazze, i balconi e le finestre, un pò ovunque in Italia, infatti grazie al grande cuore delle tante migliaia di cittadini sardi sparsi nel Bel Paese, non è difficile notare un segno per Rossella ovunque.

Tante sono le pagine di FB dedicate alla giovane cooperante rapita da qualcuno che però non ha ancora rivendicato il sequestro. In alcune di esse  i commenti ed i post riflettono bene la difficile situazione geopolitica in cui versa la zona, la contesa tra algerini e marocchini infatti scorre tra le maglie della rete, e, nel mezzo, proprio come nel deserto, ci sono i Saharawi.

Certo è che in un momento così tragico dove 3 giovani cooperanti sono in mani ignote e probabilmente persino a rischio della vita, si potrebbe osservare la questione del sequestro senza il continuo rilanciare di polemiche che a nulla servono allo scopo della liberazione immediata di Rossella Urru e dei due giovani spagnoli.

Una delle iniziative più forti è quella della pagina FB Incanti di Sardegna dove leggiamo”  Rossella Urru deve ritornare libera!!! In occasione del Santo Natale, accendiamo tante luminarie da mettere nei balconi con la scritta: LIBERATE Rossella!!!! Se questo non fosse possibile scriviamone uno da mettere fuori da ogni Municipio (comune del paese) della Sardegna. Questo appello è rivolto a tutti i Sardi di buona volontà, a tutti i sindaci Sardi. Facciamo un regalo a Rossella, dimostriamo al mondo il vero senso di famiglia e di fratellanza. ROSSELLA FA PARTE DI UN POPOLO E QUEL POPOLO SIAMO NOI SARDI, LA TUA TERRA ROSSELLA, NON TI DIMENTICA!!!!!”

Rossella Urru: il tuo popolo non ti abbandona. Le iniziative dei Sardi- foto Dino Ledda

Un invito che ben si allinea a quello del consiglio comunale di Samugheo che con una delibera del 28 novembre u.s. chiedeva al Governo, la  massima attenzione sul sequestro e invitava gli altri comuni sardi al voto di un testo simile.

Intanto se nei giorni scorsi vi abbiamo segnalato gli striscioni  presenti  nella città di Oristano, doveroso è ricordare  la partecipazione di un gruppo di emigrati sardi a Milano, tra cui gli amici di Incanti di Sardegna che hanno portato in un corteo uno striscione con la scritta “Liberate Rossella Urru”, “Il tuo popolo non ti abbandona.

Fonte mediterranews

Be the first to comment on "Per Rossella Urru la solidarietà dei sardi"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*