Informativa sui Cookies



Lanusei Processo Poligono Salto di Quirra ”disastro ambientale in seguito all’utilizzo di uranio impoverito”





Inizia oggi nel Tribunale di Lanusei il processo per ”disastro ambientale in seguito all’utilizzo di uranio impoverito” nel Poligono del Salto di Quirra, in Sardegna. Il Gup ha fissato anche le udienze per il 27 giugno e l’11 luglio prossimi. Sono 20 le richieste di rinvio a giudizio formulate in 17 pagine dal pm Fiordalisi, tra i quali compaiono alcuni generali cpomandantio del Poligono: Fabio Molteni, Alessio Cecchetti, Roberto Quattrociocchi, Carlo Landi e Valter Mauloni, Gianfranco Fois e Francesco Ragazzon, entrambi colonnelli, il tenente Walter Carta, docenti, ricercatori e tecnici universitari Francesco Riccobono, Giuseppe Prolano, Fabio Baroni, Luigi Antonello di Lella.


Ancora: il sindaco di Perdasdefogu, Walter Mura per aver ostacolato le indagini, il generale Giuseppe di Donato, il maggiore Vincenzo Mauro e il dottor Vittorio Sabbattini, oltre a due tecnici della societa’ Sgs Italia, societa’ che si occupa di ispezioni, verifiche e analisi, Gilberto Nobile e Gabriella Fasciani.
Le parti offese sono: lo Stato italiano rappresentato dai ministeri dell’Economia e della Difesa, La Regione Sardegna, le Provincie di Cagliari e dell’Ogliastra, i Comuni che ricadono nell’area del Poligono, Armungia, Tertenia, Ulassai, Villaputzu, Arzana, Ballao, Jerzu, Lotzorai, Perdasdefogu, Villagrande Strisaili ed Escalaplano. Il Comitato Gettiamo le basi formalizzera’ nel corso dell’udienza la sua costituzione di Parte Civile tramite l’avvocato del Foro di Sassari, Pina Zappetto.(Adnk)

Be the first to comment on "Lanusei Processo Poligono Salto di Quirra ”disastro ambientale in seguito all’utilizzo di uranio impoverito”"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*