Informativa sui Cookies



Salto di Quirra Un’altra vittima tra i militari Denuncia del Comitato sardo ‘Gettiamo le basi’





Ci sarebbe un’altra vittima tra i militari che hanno prestato servizio nel Poligono Interforze sardo Salto di Quirra, in Sardegna. Lo denuncia il Comitato sardo ‘Gettiamo le basi’. Si tratta, secondo l’associazione che si occupa delle morti nella basi militari sarde, di M. D. V., di Gallipoli (Le), impegnato nella base militare isolana dal 1966 al 1972, morto domenica scorsa 29 gennaio, ”portando cosi’ a 30 – si legge in una nota – il numero dei morti in divisa che hanno lavorato nella struttura della Difesa. Un numero aggiornato evidentemente per difetto, in quanto non sono mai stati diffusi dati ufficiali comparabili”.

Secondo l’Associazione “De Vita, ufficiale della Marina, scopre di essere affetto da mieloma multiplo nel 1998. Da quell’anno il suo male subira’ un progressivo peggioramento sino a causare la morte del militare pochi giorni fa. I familiari di De Vita ritengono che la causa della sua patologia possa essere correlata alle attivita’ svolte nel poligono sardo”.

”E’ opportuno rilevare – prosegue la nota di ‘Gettiamo le basi’ – che pochi anni dopo De Vita, ossia nel 1976, a Quirra presto’ servizio anche Lorenzo Michelini, l’aviere morto di leucemia fulminante nel 1977 al quale e’ stata riconosciuta la prima causa di servizio dalla Corte dei conti di Venezia con sentenza pronunciata il 17 luglio del 2001. La domanda che il Comitato Gettiamo le basi continua a porre al Governo e alle autorita’ militari – conclude la nota – e’ quanto ancora debba durare questa strage. E richiede l’immediata messa in sicurezza ed evacuazione dei militari dal tristemente noto poligono della morte”.(Adn)

Be the first to comment on "Salto di Quirra Un’altra vittima tra i militari Denuncia del Comitato sardo ‘Gettiamo le basi’"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*