Informativa sui Cookies



Noddule: Reinventarsi in tempi molto particolari





La Sardegna da sempre è terra di grande bellezza, fascino e anche di luoghi incontaminati. Il turismo è da sempre una delle forze propulsive di questa regione. Le persone più creative poi hanno magari unito la bellezza dei luoghi alla possibilità di fare trekking.

Noddule, un sito archeologico in provincia di Nuoro non si arrende e per mano dei suoi attuali gestori, Antonia Pintori e Mario Cabiddu, reinventa il suo modo di essere presente sul territorio a seguito di tutte le restrizioni imposte dalla attuale situazione sanitaria.

“ Non ci possiamo arrendere, i tempi richiedono un cambiamento e noi andiamo in questa direzione”, cosa sono allora inventati i proprietari del sito archeologico? Per prima cosa attraverso la tecnologia stanno pensando a un rilancio dell’area, poi con gli schermi touch-screen, è possibile visionare l’area e tutta la sua bellezza tramite un tour virtuale 3d.

La stagione per il sito archeologico era iniziata veramente bene, durante il corso della stagione 2019-2020, si erano toccati quasi tremila visitatori. Le chiusure e la riaperture forzate hanno arrestato questo flusso, ma non ci si può arrendere ai problemi, bisogna provare a reinventarsi cambiando direzione, è possibile e i due proprietari ce la stanno mettendo tutta.

La rinascita è partita da un’idea semplice ma efficace, quella di organizzare delle visite guidate a siti archeologici in provincia di Nuoro e non solo. Le possibilità ancora ci sono, per questo motivo hanno ben pensato anche di organizzare dei trekking all’aperto, questo lo fanno ogni fine settimana. Basta indossare delle buone scarpe e magari dei calzini da trekking.

L’offerta è pensata e rivolta a piccoli gruppi, ci si ritrova in un luogo concordato, ovviamente ognuno con la sua macchina. Una volta scelto il punto in cui raccogliersi, si va alla scoperta dei tanti luoghi interessanti e ricchi di storia presenti sul territorio. Ce ne sono di veramente affascinanti, magari abbandonati da molto tempo.

Un piacere andare alla riscoperta di questi, si riesce a coniugare arte e sana attività fisica, puntando su un trekking non aggressivo ma alla portata di tutti. Questo consente di godere completamente della bellezza dei panorami intorno a Nuoro, senza avere la fretta e la frenesia dei gruppi magari più orientati a un trekking più competitivo.

Tutto questo anche grazie a una pagina Facebook dove ad esempio stanno organizzando in questo momento, una visita alle tombe dei giganti di “ Madau” o in alternativa si può camminare lungo un percorso ribattezzato “ della principessa triste” a Sedilo.

Insomma i proprietari sono molto attivi, cercando di reinventarsi e di proporre sempre qualcosa di nuovo ai turisti che decidono di recarsi in questi luoghi. Un modo intelligente per portare avanti un’attività nonostante il momento delicato che stiamo attraversando.

Un modo anche per passare del tempo all’aria aperta, rilassarsi immergendosi nelle bellezze del territorio circostante senza pensare troppo al momento che stiamo vivendo e alle difficoltà in generale.

Il trekking ancora una volta diventa non solo un’attività salutare da praticare ma anche un momento di completo stacco psicologico da quello che ci circonda e un modo sano per riscoprire bellezze dimenticate e momenti piacevoli.

 

Be the first to comment on "Noddule: Reinventarsi in tempi molto particolari"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*